XTerra

Arthur Serrieres e Jindriska Zemanova sono il Re e la Regina della prima tappa italiana della stagione di XTerra

Sotto oltre 35 gradi percepiti sono Jindriska Zemanova e Arthur Serrieres il “Reali” di XTERRA Lake Garda. Il francese bissa la vittoria del 2018 con una gara per lui ad inseguimento fin dall’inizio e vinta, come da pronostico, nella frazione di corsa in cui conferma di non avere rivali. Gara in discesa invece per la Zemanova che, uscita terza dalla frazione di nuoto, conquista la testa della gara sulle due ruote chiudendo prima al traguardo di Toscolano Maderno.

La seconda edizione della gara a Impatto Zero® ha visto 620 atleti provenienti da tutto il mondo – record presenze per una gara XTERRA in Italia – sfidarsi sotto un caldo insolito che ha messo non poco in difficoltà sia gli atleti Élite che gli Age Group.  Per questi ultimi in particolare la conquista della medaglia al traguardo è una vittoria, che acquista maggior valore per coloro che hanno vinto anche le slot a disposizione per l’atteso mondiale in programma per la prima volta in Italia, a Molveno, ad ottobre.

Dopo lo stop del 2020 e lo short track del 2021, la gara ha ritrovato la sua formula classica con la doppia competizione: la SPRINT DISTANCE - frazione nuoto da 750 m, bike di 12 km e 4,8 km (50 m D+) della frazione run; la FULL DISTANCE – 1500 m a nuoto, 31 km di bike e un giro unico da 11 km (300 m D+) di corsa.

Sventola la bandiera italiana sul podio della sprint maschile vinta dal giovanissimo Matteo Sfregola (1:11:55) davanti a Gianfranco Cucco ad appena 36 secondi. Chiude il podio un altro Junior, Dominik Dupej. L’azzurro sventola anche tra le donne con la vittoria di Aurora Iris Pecorari davanti a Martina Stanchi e Irene Ballotta.

Tutto straniero invece il podio maschile e femminile della FULLdi questa che era la prima delle quattro tappe italiane del circuito internazionale di cross triathlon.

La gara maschile riserva emozioni fino alla frazione finale. È il tedesco Jens Roth ad uscire per primo dall’acqua, davanti a Maxime Chané. Più indietro Arthur Serrières, che conquista però la terza posizione nella frazione bici e si lancia all’inseguimento dei due in testa. In bici recupera ben dieci posizioni anche Jens Emil Sloth Nielsen. Roth prova a tenere ma Chané va via sui pedali, tallonato da Serrières e dal danese. La frazione finale di corsa mostra le incredibili doti di runner di Serrières che fa il vuoto dietro chiudendo primo al traguardo con il tempo di 2:49:13, davanti al connazionale Chané (2:52:54) e Emil Sloth Nielsen (2:54:09). Ottimo il piazzamento di Riccardo Ridolfi, sesto al traguardo e primo degli italiani. In difficoltà invece Filippo Barazzuol, costretto al ritiro nella frazione bici.

Gara in discesa invece quella della ceca Jindriska Zemanova, che dopo la frazione nuoto che l’ha vista chiudere terza, prende subito la testa della gara e non la molla fino al traguardo finale, chiudendo in 3:30:11. Dietro di lei medaglia d’argento per Morgane Rioux (3:34:30), tra le favorite alla partenza, e l’altra francese Camille Jobard, più attarda a 18:21 dalla Zemanova

Prossimo appuntamento con XTERRA in Italia e l’attesa gara di Scanno, il prossimo 16 e 17 luglio, che consegnerà le ultime slot disponibile per la finale mondiale di Molveno.

 


05/06/2022
SportDaily.it
SportDaily.it
SportDaily.it
Immagine MarathonWorld.it