Granfondo Mangia e Bevi

Matteo Crosa Lenz e Lisa Aime padroni della seconda edizione della Granfondo Mangia e Bevi

Le bellezze di una città dal fascino discreto, conosciuta soprattutto per l'appellativo di capitale europea del riso, il "mare di colline" dolcissime o scoscese, i "bric e foss", vestite di boschi e vigneti a perdita d'occhio, le pianure rese suggestive dalle risaie allagate è questo lo straordinario scenario naturale che questa mattina ha accolto gli oltre 850 iscritti alla seconda edizione della Granfondo Mangia e Bevi Vercelli Monferrato, valida quale seconda prova del circuito Coppa Piemonte Drali.

Non solo Granfondo. Francesco Ravera e Alberto Laurora hanno dato vita ad un evento che ha coinvolto gli alunni delle scuole vercellesi, le associazioni sportive locali e le aziende locali che attraverso l'expo hanno avuto l'occasione di far conoscere e assaporare le eccellenze del territorio. Oltre a coinvolgere l'amministrazione di Pertengo nell'organizzazione della cronometro individuale e condividere l'inaugurazione della Piazza intitolata all'indimenticato campione del mondo di calcio Silvio Piola.

Il primo a tagliare il traguardo di Vercelli è stato il torinese di Pancalieri Danilo Fissore (Team Bike Pancalieri) che ha conquistato il suo primo successo stagionale in una granfondo, precedendo il veterano Niki Giussani (Team Asnaghi Granfondo) che grazie a questo piazzamenti ha incrementato la leadership nella categoria Veterano B percorso Mediofondo del circuito Coppa Piemonte Drali. Sul terzo gradino del podio Giacomo Basso (Team De Rosa Santini) che regola il drappello degli inseguitori.

Tra le donne vittoria di Giulia Soffiati (Swatt Club) che precede Tamara Rollini (Cycling Center) e Liliana Pillon (Gio'ndent Team Enervit).

Nella prova regina, la granfondo, un drappello di undici unità solca il griglio nastro d'asfalto che si perde tra nel mare a quadretti vercellese. La volata finale vede prevalere Matteo Crosa Lenz (Viris Vigevano) che riesce a regolare Andrea Gallo (Team Colpack Ballan) e Alain Seletto (Bicisport Ospedaletti).

Tra le donne quinto successo stagionale per la cuneese Lisa Aime (Gs Passatore) che precede la torinese Olga Cappiello (Team De Rosa Santini) tornata alle gare dopo il tremendo incidente che l'ha costretta a rimanere per tre mesi a letto prima di risalire in sella. Olga ha ricevuto il premio Rosemarie amava la vita per la sua combattività e determinazione nella ripresa dopo il grave infortunio. Terza classificata Camilla Magliano (Granbike Velo Club Torino).

La classifica team ha visto il successo della corazzata torinese Rodman Azimut Squadra Corse retta da Marco Pipino, davanti a Myg Cyclingm Velo Club Vercelli, Gs Passatore e La Orsi Bike.


15/05/2022
SportDaily.it
SportDaily.it
SportDaily.it
Immagine MarathonWorld.it